Bank Station – Economia e Finanza

Una nuova era della finanza – Passive management & index providers – Parte I

May 13, 2021 Bank Station Season 2 Episode 5
Bank Station – Economia e Finanza
Una nuova era della finanza – Passive management & index providers – Parte I
Chapters
Bank Station – Economia e Finanza
Una nuova era della finanza – Passive management & index providers – Parte I
May 13, 2021 Season 2 Episode 5
Bank Station

Il 21 Settembre 2020 la Securities and Exchange Commission, l’agenzia americana responsabile della supervisione dei mercati finanziari, ha presentato una denuncia a carico di un certo James Yang, un manager alla Standard & Poor’s Dow Jones Indices, e a carico di un suo amico, Yuanbiao Chen, manager di un ristorante di sushi. 

L’accusa non è leggera: aver generato quasi 1 milione di dollari attraverso delle operazioni di insider trading.

La cifra può sembrare notevole, ma non è così nel contesto dell’insider trading e delle grandi frodi che hanno avuto luogo a Wall Street.

Ma allora cosa c'è di particolare in questo evento?

La cosa che rende questa storia diversa dai precedenti casi di insider trading, è che James non lavorava per una banca d’affari o per un grosso hedge fund. No, James era un impiegato della Standard & Poor’s Dow Jones Indices, divisione della più conosciuta Standard & Poor’s Global. Un semplice fornitore di indici, o index provider in inglese. 

Sorge quindi una domanda: come ci arriva l’inside information ad un dipendente di un fornitore di indici?

Restate sintonizzati, per venire a capo di questo quesito abbiamo preparato per voi quattro episodi un po’ più complessi del solito. Ma credeteci, comprendere a fondo questo caso di insider trading è fondamentale perché per quanto minuscolo è il simbolo di una nuova era della finanza mondiale.

Siamo Giammarco Miani, Francesco Namari e Gaia Geraci, and the next stop is... Bank Station.

Crediti: 
 
Testo di Giammarco Miani, Francesco Namari e Gaia Geraci 
 
Voci: Giammarco Miani, Francesco Namari e Gaia Geraci 
 
Sound design a cura di Andrea Roccabella 
 
Fonti: 

- SEC (2020). Available at: https://www.sec.gov/litigation/litreleases/2020/lr24909.htm

Show Notes

Il 21 Settembre 2020 la Securities and Exchange Commission, l’agenzia americana responsabile della supervisione dei mercati finanziari, ha presentato una denuncia a carico di un certo James Yang, un manager alla Standard & Poor’s Dow Jones Indices, e a carico di un suo amico, Yuanbiao Chen, manager di un ristorante di sushi. 

L’accusa non è leggera: aver generato quasi 1 milione di dollari attraverso delle operazioni di insider trading.

La cifra può sembrare notevole, ma non è così nel contesto dell’insider trading e delle grandi frodi che hanno avuto luogo a Wall Street.

Ma allora cosa c'è di particolare in questo evento?

La cosa che rende questa storia diversa dai precedenti casi di insider trading, è che James non lavorava per una banca d’affari o per un grosso hedge fund. No, James era un impiegato della Standard & Poor’s Dow Jones Indices, divisione della più conosciuta Standard & Poor’s Global. Un semplice fornitore di indici, o index provider in inglese. 

Sorge quindi una domanda: come ci arriva l’inside information ad un dipendente di un fornitore di indici?

Restate sintonizzati, per venire a capo di questo quesito abbiamo preparato per voi quattro episodi un po’ più complessi del solito. Ma credeteci, comprendere a fondo questo caso di insider trading è fondamentale perché per quanto minuscolo è il simbolo di una nuova era della finanza mondiale.

Siamo Giammarco Miani, Francesco Namari e Gaia Geraci, and the next stop is... Bank Station.

Crediti: 
 
Testo di Giammarco Miani, Francesco Namari e Gaia Geraci 
 
Voci: Giammarco Miani, Francesco Namari e Gaia Geraci 
 
Sound design a cura di Andrea Roccabella 
 
Fonti: 

- SEC (2020). Available at: https://www.sec.gov/litigation/litreleases/2020/lr24909.htm